FLorence I Care

“…più la città è bella e più la gente è bella come se l’aria vi fosse più buona.”

Elio Vittorini, Le città del mondo

Il bello di cui parla Vittorini nasce dall’incontro tra l’urbs e la civitas, ed è questo incontro che l’Amministrazione vuole favorire: il Comune di Firenze offre a coloro che vorranno diventare suoi partners l’opportunità di partecipare in prima persona al finanziamento di iniziative volte alla conservazione, al miglioramento ed al potenziamento di uno dei più ricchi patrimoni d’arte e di storia dell’umanità. Le forme con cui è possibile mettere in atto la collaborazione sono essenzialmente la sponsorizzazione (D.M. 19/12/2012 - Approvazione delle norme tecniche e linee guida in materia di sponsorizzazioni di beni culturali e di fattispecie analoghe o collegate) e l’erogazione liberale/donazione.


Affresco raffigurante Crocifissione e Ultima cena nella Basilica di S.Spirito

Frammenti affrescati Chiostro Grande S.M.Novella

Basilica di San Salvatore al Monte

Monumento a Manfredo Fanti

Monumento a Ubaldino Peruzzi

Porta San Gallo / San Gallo Gate

MUSEO NOVECENTO - CONVENTO DELLE EX LEOPOLDINE

Museo di S. Maria Novella – Chiostrino dei Morti

Museo di S.Maria Novella Chiostro Verde/Green Cloister

Museo di S.Maria Novella - Chiostro dei Morti/Cloister of the Dead

Gualchiere di Remole

Torrino Santa Rosa

TERRAZZO DI GIUNONE

PALAZZO VECCHIO VIA DELLA NINNA

Palazzo Vecchio Sala Rossa

Palazzo Vecchio - Cortile di Michelozzo

Palazzo Vecchio Cortile di Michelozzo

Palazzo Vecchio - Ambienti museali

Palazzo Vecchio Sala delle Carte Geografiche/The Hall of Geographical Maps or Wardrobe

Palazzo Vecchio Sala d'Arme allestimento museografico/Arms Room, museum layout

Ponte S. Trinita

Florence I Care - Prendersi cura di Firenze

Il privilegio di stare in una vertigine di bellezza.

  

Con FLORENCE, I CARE’ lAmministrazione Comunale Fiorentina, , consapevole che oggi la collaborazione con i privati è l’unica via praticabile per favorire il potenziamento delle caratteristiche di eccellenza della Città,  si fa promotrice di un progetto per la conservazione e valorizzazione del patrimonio artistico cittadino.

I CARE è il motto che Don Lorenzo Milani scrisse  sulla lavagna della scuola di Barbiana, per sottolineare la polemica contro il qualunquismo e il disinteresse per la cosa pubblica.

Una partnership con l’Amministrazione Comunale in FLORENCE, I CARE” costituisce un attraente ritorno d’immagine:nell’accezione milaniana ‘me ne prendo cura, me ne faccio carico’, assume una connotazione sociale che va ben al di là della pura e semplice ‘cura dei monumenti’ in quanto introduce un elemento di responsabilità e di cittadinanza attiva.

I mecenati in passato ebbero un importante ruolo nella vita sociale culturale e politica della città, e non erano necessariamente singoli individui, un ruolo decisivo fu svolto anche dalle associazioni, per esempio nella Firenze del primo ’400, l’Arte della lana fece costruire il Duomo, l’Arte dei tessitori commissionò il Battistero ed è con questo presupposto che ci rivolgiamo alle imprese, alle associazioni, agli enti pubblici e privati che, oltre ad essere interessati a promuovere la propria immagine, desiderino mettere in risalto anche la loro vocazione sociale..

 

Il Comune di Firenze lancia un appello alle forze vive dell’economia, alle imprese, alle associazioni, agli enti pubblici e privati che sono interessati a promuovere la propria immagine e i propri prodotti e che hanno interesse a mettere in risalto il valore sociale della propria missione che non è esclusivamente volta ad acquisire profitti sempre maggiori ma è costituita anche di impegno concreto volto alla conservazione della cultura e della bellezza qual è il suo patrimonio artistico e culturale.

La Città di Firenze, con i suoi 371.000 residenti (che raddoppiano se si tiene conto degli abitanti dell’intera Area Metropolitana) e i 10/15 milioni di turisti all’anno, non è solamente una piazza pregevole per la pubblicità outdoor, essa ha il privilegio di essere un luogo di riferimento irrinunciabile per le popolazioni di tutto il mondo, la viva testimonianza di una storia civile e culturale ininterrotta da secoli. La sua storia l’ha resa depositaria di uno dei maggiori patrimoni d’arte e di cultura del mondo occidentale. Possiede un nome universalmente conosciuto, un brand name capace di evocazione, che attrae in tutte le lingue l’immaginario individuale e collettivo per ancorarlo a sensazioni di bellezza, di eleganza, di gusto.

Il progetto avrà come obiettivo prioritario le opere individuate  nell'avviso pubblicato annualmente.

Nel caso di una pluralità di proposte relative allo stesso intervento, al fine di ottimizzare i rapporti di collaborazione, sarà valutata assieme ai proponenti anche la possibilità di costituire pool di sponsor.

 

  • ANALISI SINTETICA DEI RISULTATI ANNI 2014-2019 ANDAMENTO FLIC

Art Bonus

ART-BONUS: nuovo credito d’imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura


Il Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83, cd. “Cultura”, convertito con modificazioni nella legge 29 luglio 2014, n. 106, nell’ambito delle disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo, ha introdotto un nuovo credito di imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura, denominato dagli operatori “Art-Bonus”. L’agevolazione è finalizzata a favorire e potenziare tramite l’utilizzo della leva fiscale il mecenatismo e le liberalità a sostegno del fondamentale compito della Repubblica di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale, introducendo meccanismi più semplici ed efficaci di agevolazione delle erogazioni liberali.
L’articolo 1 del Decreto Legge introduce un regime fiscale agevolato di natura temporanea, sotto forma di credito di imposta, riconosciuto alle persone fisiche e giuridiche che effettuano erogazioni liberali in denaro per interventi a favore della cultura e dello spettacolo
•    nella misura del 65% delle erogazioni liberali effettuate nel 2014 e nel 2015;
•    nella misura del 50% delle erogazioni effettuate nel 2016.
Le predette erogazioni liberali, per poter fruire del credito d’imposta, devono essere effettuate esclusivamente in denaro e perseguire i seguenti scopi:
•    interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici, anche se le erogazioni siano destinate ai soggetti concessionari o affidatari dei beni oggetto di tali interventi;
•    sostegno degli istituti e dei luoghi della cultura di appartenenza pubblica (come espressamente precisato negli atti parlamentari, musei, biblioteche, archivi, aree e parchi archeologici, complessi monumentali, come definiti dall’articolo 101 del Codice dei beni culturali e del paesaggio di cui al D.Lgs. del 22 gennaio 2004, n. 42);
•    realizzazione di nuove strutture, restauro e potenziamento di quelle esistenti, delle fondazioni lirico-sinfoniche o di enti o istituzioni pubbliche che, senza scopo di lucro, svolgono esclusivamente attività nello spettacolo.

La legge di stabilità 2016 del 28 dicembre 2015, n. 208 ha stabilizzato e reso permanente l’ “Art bonus”, agevolazione fiscale al 65% per le erogazioni liberali a sostegno della cultura.

 

Donazioni

La donazione è il contratto con il quale, per spirito di liberalità, una parte arricchisce l’altra, disponendo a favore di questa di un suo diritto o assumendo verso la stessa un’obbligazione.
Gli elementi essenziali della donazione sono due:
 lo spirito di liberalità;
 l’arricchimento del donatario.
 

Doratura della sfera con Croce della Basilica di Santo Spirito

Un intervento nato nell’ambito dei lavori di restauro per i danni causati dal fortissimo temporale del 19 settembre 2014, che ha reso necessaria la sostituzione delle vetrate sui finestroni delle cappelle laterali e della navata centrale e il restauro della lanterna sulla cupola.  Nel corso dei lavori, il titolare dell’azienda Giusto Manetti Battiloro ha proposto di realizzare a proprie spese la doratura della sfera con Croce presente sulla sommità della lanterna. L’intervento, concordato e autorizzato dalla Soprintendenza, è stato eseguito dal restauratore Simone Beneforti.

Tabernacolo Piazza Piattellina

All'angolo con Piazza del Carmine si trova un grande tabernacolo, opera trecentesca attribuita al maestro di San Martino a Mensola. Raffigura una Madonna con bambino, due santi e due committenti. Il COMITATO PER IL DECORO E IL RESTAURO DEI TABERNACOLI si è reso disponibile ad effettuarne  il restauro a propria cura e spese, sostenuto per le spese anche dal finanziamento di friends of Florence.

Cappella del Giambologna nella Basilica della SS.Annunziata

L'Associazione Amici della SS.Annunziata ha finanziato e fatto realizzare i lavori di restauro dell'apparato decorativo della parete di fondo della Cappella del Giambologna e del dipinto su tela di Domenico Crespi "La Resurrezione" nella tribuna della Basilica della SS.Annunziata.

Tabernacolo delle Fonticine

Uno dei più bei tabernacoli di Firenze, dotato anche di una vasca con fontana, si trova in via Nazionale, sull'asse di via dell'Ariento, a pochi passi dal Mercato di San Lorenzo.

Realizzato da Girolamo e forse Giovanni della Robbia nel 1522, fu così chiamato per la presenza delle sette teste di cherubino che versano, attraverso delle cannelline sulle bocche, altrettanti flutti d'acqua nella vasca marmorea.

Su progetto del Servizio Belle Arti e Fabbrica di Palazzo Vecchio sarà realizzato il restauro del Tabernacolo delle Fonticine, a cura e spese dell'Istituto Lorenzo de Medici.

Sala del Consiglio in Palazzo Vecchio

Sauter Italia S.p.A. ha fornito a titolo gratuito tutte le macchine e le apparecchiature necessarie per dar luogo al progetto denominato " Riqualificazione generale con adeguamento microclimatico per allestimento arazzi medicei e Sala del Consiglio".

Sponsorizzazioni

La sponsorizzazione, (il cui valore è soggetto a fatturazione con applicazione dell’I.V.A. di legge)  prevede quale corrispettivo al finanziamento dell’intervento la possibilità di pubblicizzare la propria immagine attraverso le delimitazioni di cantiere durante l’intervento,  e/o la veicolazione del proprio apporto mediante altri canali.

Il progetto si rivolge dunque alle forze vive dell’economia, alle imprese, alle associazioni, agli enti pubblici e privati che, oltre ad essere interessati a promuovere i propri prodotti, desiderino mettere in risalto anche la loro vocazione sociale, ottenendo così un ritorno d’immagine ben superiore a quello ottenibile con la mera pubblicità.
Vogliamo a Firenze una Nuova Cultura di Città, un diverso modo di guardare al futuro, un’occasione per promuovere un modello di società caratterizzato dalla presenza diffusa di cittadini attivi,  solidali e responsabili, alleati dell’Amministrazione nel prendersi cura dei beni comuni.

Riferimenti normativi:
-    art. 43 legge 27.12.1997 n. 449
-    art.120 del Codice dei beni culturali.
-    art.19 D.Lgs. n.50/2016
-    P.G.I.P. in vigore
-    D.M. 19-12-2012 

Affreschi

Affresco raffigurante Crocifissione e Ultima cena nella Basilica di S.Spirito

Frammenti affrescati Chiostro Grande S.M.Novella

Conservazione, restauro e ricollocazione dei frammenti affrescati/Conservation, restoration and replacement of fresco fragments

Chiese e Conventi

Basilica di San Salvatore al Monte

opere di restauro degli intonaci parietali interni/Restoration and maintenance of interior plastered walls

OPERE DI RESTAURO MANUTENTIVO SU CHIESE E CONVENTI DI COMPETENZA COMUNALE - WORKS OF RESTORATION OF MAINTENANCE ON CHURCHES AND CONVENTS OF MUNICIPAL COMPETENCE

COMPLESSI MONUMENTALI - MONUMENTAL COMPLEXES

messa in sicurezza delle superfici affrescate - safety works of frescoed surfaces

Basilica di Santo Spirito

opere edili di risistemazione della struttura muraria che ospita l'organo settecentesco

Cippi e Targhe

Targhe dantesche / Dante's plaques

Pulitura e restauro / cleaning and restoration

Fontane e Statue

Monumento a Bettino Ricasoli in Piazza Indipendenza

Restauro del monumento a Bettino Ricasoli

Monumento a Daniele Manin

Restauro del monumento a Daniele Manin nel Piazzale Galileo

Monumento a Manfredo Fanti

Restauro del monumento a Manfredo Fanti in piazza S. Marco

Monumento a Ubaldino Peruzzi

Restauro del monumento in Piazza Indipendenza

Mura Porte Torri

Porta Romana

Restauro della porta

Mura / Walls

tratto da Porta Romana a Piazza Tasso/from Porta Romana to Piazza Tasso

Mura di Verzaia- Camminamento Santa Rosa Mura di Verzaia/Walls of Verzaia - Walking path Santa Rosa Walls of Verzaia

Mura San Miniato / The Walls of San Miniato

Interventi di restauro / restoration work

Interrati Torre della Zecca / Basements of the Torre della Zecca

riapertura collegamento Torre San Niccolò

Porta San Gallo / San Gallo Gate

Musei

MUSEO NOVECENTO - CONVENTO DELLE EX LEOPOLDINE

Recupero dei locali di via Palazzuolo-prima fase:incremento degli spazi di deposito del Museo 900/ Recovery of the areas in via Palazzuolo-first phase:increase of the storage spaces of the Museum 900

Museo di S.M.Novella - Museum of S.M.Novella

restauro delle lunette affrescate del Chiostro Grande - restoration of the frescoed lunettes of the Great Cloister

Museo di S. Maria Novella – Chiostrino dei Morti

Restauro del Chiostrino dei Morti/Little Cloister of the Dead

Museo del Legato Carnielo

Completamento del restauro e valorizzazione del complesso/ Completion of the restoration and enhancement of the complex

Museo Stefano Bardini

Completamento della saletta delle conferenze/Completion of the conference room

Museo Stibbert – Loggetta Veneziana

Restauro della loggetta veneziana/Restoration of the Venetian Loggia

Museo di S.Maria Novella Chiostro Verde/Green Cloister

restauro dell'apparato decorativo lotto II/ Restoration of the decorative apparatus, lot II

Museo di S.Maria Novella - Chiostro dei Morti/Cloister of the Dead

Restauro di Gasparo Martellini raffigurante la Vergine col Bambino/Restoration of Gasparo Martellini depicting the Virgin and Child

Museo Novecento - Convento delle ex Leopoldine

Recupero dei locali di via Palazzuolo- seconda fase: incremento degli spazi di deposito del Museo 900/ Recovery of the areas in via Palazzuolo- second phase: increase of the storage spaces of the Museum 900

Museo Stibbert

Completamento delle scuderie al piano primo 2° lotto/ Completion of the stables on the first floor, 2st lot

Palazzi e Ville storici

LE MURATE.

INTERVENTI DI RESTAURO URBANO. Completamento lotto terzo - URBAN RESTORATION INTERVENTIONS. Completing third lotto.

Gualchiere di Remole

messa in sicurezza e consolidamento

Ex fattoria Lippi Rucellai in via Perfetti Ricasoli

Restauro e risanamento conservativo

Monastero Vallombrosiano di San Pancrazio (già Caserma Vannini)

Interventi di restauro I lotto

Torrino Santa Rosa

Riqualificazione area del resede del Torrino S.Rosa / Requalification Torrino

Palazzo Vecchio

TERRAZZO DI GIUNONE

VALORIZZAZIONE E CONSERVAZIONE - - VALORISATION AND CONSERVATION

Palazzo Vecchio - Cortile della Dogana

illuminazione del cortile della Dogana/Courtyard’s Lighting

PALAZZO VECCHIO VIA DELLA NINNA

RESTAURO SU VIA DELLA NINNA - RESTORATION ON VIA DELLA NINNA

Palazzo Vecchio Sala Rossa

Valorizzazione della Sala Rossa nel Quartiere del Governatore/ Valorisation of the Sala Rossa in the Governor’s Quarter

Palazzo Vecchio - Cortile di Michelozzo

 

 Nuova illuminazione/New lighting system

 

Palazzo Vecchio - terrazza di Saturno

Restauro soffitto ligneo nel quartiere degli Elementi/Restoration of the wooden ceiling in the Apartment of the Elements

Palazzo Vecchio - Restauro sedute salone de' Cinquecento

Restauro sedute del Salone/ Restoration of the seats of the Salon

Palazzo Vecchio Percorso museale

Valorizzazione del percorso museale/Enhancement of the museum itinerary

Palazzo Vecchio Cortile di Michelozzo

Realizzazione di sedute nel Cortile/ Realisation of the views of the courtyard

Palazzo Vecchio - Ambienti museali

Revisione conservativa degli elementi architettonici negli ambienti museali/ Conservative revision of the architectural elements in museum areas

Palazzo Vecchio Sala delle Carte Geografiche/The Hall of Geographical Maps or Wardrobe

Restauro Conservativo della Sala/ Conservative Restoration of the Hall

Palazzo Vecchio Via dei Leoni/ Lions’ street

Restauro Paramento Murario/ Masonry restoration

Palazzo Vecchio Sala d'Arme allestimento museografico/Arms Room, museum layout

Allestimento museografico per implementare la condizione d'uso pubblico dello spazio

Parchi e Giardini – Le Cascine

Monumento all'Indiano al Parco delle Cascine/ Monument to the Indian

Piazze e Ponti

Ponte S. Trinita

Intervento per videosorveglianza/ Video surveillance intervention

Piazza Mentana monumento ai Caduti

Restauro del monumento ai caduti di Mentana e Monterotondo/ Conservative restoration Monument to the Fallen in Mentana

Scuole e impianti sportivi

Sferisterio - Parco delle Cascine

manutenzione straordinaria della facciata dell'impianto sportivo/Maintenance restoration of the facades of the Sphaeristerium sports facility.

Tabernacoli

Rassegna Stampa

Una selezione di articoli sui restauri recenti e sul progetto Florence I care.