Arcone dei Lorena in Piazza della Libertà

Restauro dei paramenti lapidei /Restoration of the stone facings

“Il ben restaurare può chiamarsi una abnegazione di sé in faccia al passato.
Quanto più l’artista d’oggi si inchina, s’inginocchia,
si annichila di contro al monumento,
tanto meglio compie il dover suo”.
Camillo Boito

 

L’elegante Arco situato in piazza della Libertà, al centro di un'isola pedonale circondata da strade e da un sistema di portici che sono tra le realizzazioni più compiute dell'architetto Giuseppe Poggi,  supervisore del progetto urbanistico.
The elegant arch is located in Piazza della Libertà, at the center of a pedestrian island surrounded by streets and by a system of arcades that are among the most accomplished achievements of the architect Giuseppe Poggi, supervisor of the town planning.

Valore dell’intervento/Value of the intervention:€ 350.000

Durata dei lavori/Time Line:420 giorni


Tipologia dell’intervento:restauro conservativo delle superfici intonacate, degli elementi architettonici e dell’apparato decorativo in pietra arenaria,in marmo e in pietra artificiale.

Type of intervention:conservative restoration of plastered surfaces, architectural elements and of decorative sandstone, marble and artificial stone.

 

Attrattività:Molto elevata. L'Arco si trova in Piazza della Libertà, punto di partenza del centro storico di Firenze. La sua collocazione è caratterizzata da elevata visibilità e da numerosi contatti, poiché nella piazza confluiscono sette strade e tre viali, tutti ad alta densità di traffico; la piazza è contornata da portici sotto i quali si trovano negozi, bar e caffè; inoltre ad un lato di essa si trova il Parterre, polo polivalente per iniziative culturali come concerti, proiezioni e presentazioni di libri.
Attractiveness:Very high. The Arch is located in Piazza della Libertà, the starting point of the historical center of Florence. Its location is characterized by high visibility and numerous contacts, as in the square converge seven streets and three avenues, all of high density traffic; The square is surrounded by arcades beneath which there are shops, bars and cafes; in addition, to one side of it is situated the Parterre, a polyvalent area used for cultural initiatives such as concerts, film screenings and book presentations.

 

Informazioni storico artistiche:l’Arco di Trionfo fu costruito nel Settecento dall’architetto Jean-Nicolas Jadot, con la collaborazione dell’architetto Schamant e, limitatamente al corredo decorativo, anche di artisti fiorentini dell’Accademia, che crearono le statue di divinità mitologiche. L’Arco, posto nel punto di accesso nord della città appena fuori da Porta San Gallo , voleva celebrare l’ingresso degli Asburgo-Lorena, dopo l’estinzione del casato dei Medici. La decorazione dell’arco risulta molto appariscente e dai toni retorici, con l’aquila asburgica sempre in primo piano, unita a una serie di bassorilievi che raffigurano i trionfi degli Asburgo e iscrizioni altisonanti in latino. Una targa posta sul lato interno datata 11 novembre 1916 invece è dedicata al Re Vittorio Emanuele III e sottolinea il potere assunto dal popolo in seguito all’Unità d’Italia.
Historical and artistic information:the Triumphal Arch was built in the eighteenth century by the architect Jean-Nicolas Jadot, with the collaboration of architect Schamant and, limited to the range of decorations, also of Florentine artists of the Academy, who created the statues of mythological gods.The Arc, placed at the north access point of the city just off Porta San Gallo, wanted to celebrate the entry of Habsburg-Lorraine, after the fall of the Medici dynasty. The arch decoration is very flashy and with rhetorical aspects, with the Habsburg eagle always on top, together with a series of bas-reliefs depicting the triumphs of the Habsburgs and pompous inscriptions in Latin. A plaque dated November 11, 1916 on the inner side is instead dedicated to King Vittorio Emanuele III and emphasizes the power assumed by the people after the unification of Italy.