Parco delle Cascine – Monumenti minori

Restauro dei monumenti minori/Restoration of the minor monuments

“Il giardino è specchi o della società e del rapporto con la natura; ed è
insieme uno spazio mitico, dove con più fantasia e libertà è possibile la
collaborazione tra artista e architetto”.
Arnaldo Pomodoro

 




Il parco ha inizio dall'attuale Piazza Vittorio Veneto per arrivare fin sotto al Ponte all’Indiano, delimitato naturalmente dal fiume Arno, dal torrente Mugnone e dal canale Fosso Macinante. I monumenti minori del Parco delle Cascine consistono in leoni, sfinge, reggicatene, cippi per toponomastica, panchine e piccole colonne che costituiscono l’arredo monumentale, di gusto ottocentesco, del parco,disegnato dell’arch. Manetti.
The park starts from the current Piazza Vittorio Veneto to get right up to the Ponte all’Indiano, naturally bounded by the river Arno, the Mugnone river and the canal Fosso Macinante. The minor monuments of the Cascine Park consist of lions, sphinx, chain holders, memorial stones, benches and small columns that make up the monumental furniture of the park, in nineteenth-century’s style, designed by the architect Manetti.

Valore dell’intervento/Value of the intervention: € 100.000,00
Durata dei lavori/Time Line: 180 giorni/days

Tipologia dell’intervento: si tratta di sculture e manufatti in pietra serena, decorati a bassorilievo, che avevano la funzione di indicare la gerarchia del disegno del parco, segnando l’inizio dei viali e l’ingresso alle piazze. Essi hanno un aspetto fortemente degradato, in particolare la pietra serena e la pietra forte con cui sono stati realizzati si presenta decoesa, esfoliata, fessurata e in molti casi mancante di porzioni. Ai cippi della toponomastica mancano in gran parte, gli elementi in marmo con il messaggio toponomastico. Il restauro degli elementi lapidei prevede la pulitura delle superfici in pietra, ricostruzione degli elementi mancanti, consolidamento e protezione finale.
Type of intervention: it refers to sculptures and artifacts in stone, decorated with bas-relief, which served to indicate the hierarchy of the design of the park, marking the beginning of the avenues and the entrance to the squares. They have a strongly degraded aspect: in particular the pietra serena and the pietraforte, have visible flakes and cracks, in many cases with missing portions. The stones of the place names are missing in large part their elements in marble. The restoration of the stone elements involves the cleaning of stone surfaces, reconstruction of missing elements, consolidation and final protection.

Attrattività: elevata. Obiettivo dell’Amministrazione è quello di riqualificare l’identità e le funzioni dell’intero sistema Cascine, e far convivere al meglio tutte le realtà che si trovano nel parco, nell’intento di rendere il Parco luogo centrale della città.
Attractiveness:High. Objective of the City Administration is to redevelop the identity and functions of the entire system of the Cascine, and bring together all the organizations that are located in the park, in order to make the Cascine Park a central area of the city.

Notizie storico-artistiche: all’inizio il parco faceva parte delle proprietà, che Alessandro e Cosimo I dei Medici acquistarono per la caccia e per l'allevamento dei bovini. Nel 1786, sotto il Granducato di Lorena, Giuseppe Manetti inizia i lavori di sistemazione delle Cascine per farne un grande parco, arricchito da arredi e architetture secondo un percorso simbolico e allusivo. Le Cascine diventarono parco pubblico in epoca napoleonica e ben presto superarono le altre mete tipiche dei fiorentini: Fiesole e il Pian dei Giullari. Nel 1869 il parco diventa di proprietà del Comune di Firenze.
Historical and artistic information: at the beginning the park was part of the property that Alessandro and Cosimo I de' Medici purchased for hunting and breeding cattle. In 1786, under the Grand Duchy of Lorraine, Giuseppe Manetti started the refurbishment of the Cascine to make it a park, decorated with furnishings and architecture according to a symbolic and allusive path. The Cascine became a public park in the Napoleonic era and soon it became a more popular destination than other typical Florentine attractions like Fiesole and the Pian dei Giullari. In 1869, the park becomes the property of the City of Florence.