Piazzale Michelangelo – Scalinata Via Crucis

Restauro e consolidamento della scalinata della via Crucis/Restoration and reinforcement of the Via Crucis staircase

“L'arte è una tregua spirituale e immateriale dalle difficoltà della vita”.
Fernando Botero

 

La gradinata è delimitata su un lato da un muraglione frangiato di ciuffi d'edera e, sull'altro, da un filare di cipressi intervallati da quattordici nude croci in legno che segnalano le stazione della Via Crucis.

The staircase is bordered on one side by a wall fringed with tufts of ivy and, on the other, by a row of cypress trees spaced out by fourteen bare wooden crosses that indicate the Stations of the Via Crucis.

Valore dell’intervento/Value of intervention: € 550.000,00
Durata dei lavori/Time Line: 360 giorni/days

Tipologia dell’intervento: si tratta di un intervento di restauro della parte alta della scalinata del percorso della Via Crucis che dalla Porta di S. Miniato conduce alla chiesa di S. Salvatore al Monte.
Type of intervention: it is a restoration of the upper part of the staircase where the Via Crucis leads from Porta S. Miniato to the church of S. Salvatore al Monte.

Attrattività: molto elevata. La scalinata si trova in una parte della città che è la più visitata dai turisti, ed assai frequentata anche dai fiorentini. Fa infatti parte del percorso pedonale che conduce al Piazzale Michelangelo, belvedere della città, da cui si può ammirare tutta la città e le colline che la contornano.
Attractiveness: very high. The staircase is located in a part of the city that is the most visited by tourists, and much frequented by Florentines. It is in fact part of the walkway that leads to Piazzale Michelangelo, the viewpoint of the city, from where you can admire the whole city and the hills that surround it.

Notizie storico-artistiche: se si volge lo sguardo a sud, osservando Firenze dai Lungarni, salta agli occhi l’imponente mole del complesso di San Miniato a Monte, un insieme di costruzioni situato vicino al Piazzale Michelangelo. Il gruppo di edifici si trova in cima ad un colle, detto Monte alle Croci, ed è formato dalla Chiesa di San Miniato con il suo campanile, dal Palazzo dei Vescovi e dalle relative fortificazioni michelangiolesche. E’ possibile arrivare al complesso monumentale partendo dal Piazzale Michelangelo e, dopo aver percorso poche centinaia di metri del Viale Galileo, prendendo sulla sinistra la larga scalinata che porta all’ampio piazzale. La scalinata, attraversato il Viale dei Colli, prosegue verso il centro della città attraversando il quartiere di San Niccolò. Il "Mons Florentinus" prese il nome di "Monte alle Croci da questa scalinata di preghiera e di penitenza, quando agli inizi del 1700, tenne la sua appassionata predicazione San Leonardo da Porto Maurizio, frate minore, che animato da fervido zelo, andava diffondendo la devozione della Via Crucis.
Historical and artistic information: if we turn our attention to the south, looking Florence from the river Arno, it is plain to see the imposing complex of San Miniato al Monte, a set of buildings located near Piazzale Michelangelo. The group of buildings is located on top of a hill, called Monte alle Croci, and it is composed of San Miniato Church with its bell tower, the Palace of Bishops and its fortifications by Michelangelo. You can get to the monumental complex starting from Piazzale Michelangelo and after travelling a few hundred metres of Viale Galileo, taking on the left the wide staircase that leads to the large square. The staircase, crossed Viale dei Colli, continues towards the city centre through the district of San Niccolò. The Mons Florentinus became known as Monte alle Croci from this staircase of prayer and penance, when at the beginning of 1700, San Leonardo da Porto Maurizio, Friar Minor, animated by fervent zeal, who was spreading the worship of the Via Crucis, held his passionate preaching.